Crea sito

Terapia mirata per il trattamento del cancro.

Cos’è la terapia mirata?

La terapia mirata è il fondamento della medicina di precisione. È un tipo di trattamento del cancro che agisce sui cambiamenti che promuovono la crescita, la divisione e la diffusione delle cellule tumorali. Mettendo insieme maggiori conoscenze sui cambiamenti cellulari che causano il cancro, i ricercatori hanno maggiori probabilità di creare trattamenti promettenti che agiscono su questi cambiamenti o ne bloccano gli effetti.

Quali sono i tipi di terapia mirata?

La maggior parte delle terapie mirate utilizzano farmaci micromolecolari o anticorpi monoclonali.

farmaci micromolari o di piccole molecole sono in grado di entrare facilmente nelle cellule a causa delle loro piccole dimensioni e quindi vengono utilizzati per agire sul target o sul target del trattamento che si trova all’interno delle cellule. 

Gli anticorpi monoclonali noti anche come anticorpi terapeutici sono proteine ​​prodotte in laboratorio. Queste proteine ​​sono progettate per legarsi a target specifici trovati nelle cellule tumorali. Alcuni anticorpi monoclonali contrassegnano le cellule tumorali per facilitarne la visualizzazione da parte del sistema immunitario e procedere alla distruzione delle stesse. Altri anticorpi monoclonali bloccano direttamente la crescita delle cellule cancerose o provocano l’autodistruzione.

Come gli anticorpi monoclonali funzionano

Chi riceve un trattamento con terapia mirata?

A prescindere dal tipo di cancro, la maggior parte dei pazienti con quel tumore avrà un target terapeutico adeguato per un determinato farmaco; in questo modo, possono ricevere un trattamento con quel particolare farmaco. Ma, nella maggior parte dei casi, il tumore del paziente dovrà essere analizzato per confermare se contiene obiettivi per i quali disponiamo di farmaci.

Per valutare il tumore e determinare quali target sono presenti, potrebbe essere necessario sottoporsi a una biopsia . La biopsia è una procedura in cui il medico rimuove una parte del tumore per l’analisi. Ci sono alcuni rischi legati alle biopsie. I rischi variano a seconda delle dimensioni del tumore e della sua posizione. Il medico spiegherà i rischi di una biopsia a seconda del tipo di tumore che ha.

Come funziona la terapia del cancro mirata?

Le terapie più mirate aiutano a curare il cancro interferendo con proteine ​​specifiche che promuovono la crescita e la diffusione dei tumori nel corpo. Trattano il cancro in diversi modi e possono fare quanto segue:

Aiutare il sistema immunitario a distruggere le cellule tumorali. Uno dei motivi per cui si formano le cellule tumorali è perché riescono a nascondersi dal sistema immunitario. Alcune terapie mirate possono colpire le cellule tumorali per facilitare la ricerca e la distruzione da parte del sistema immunitario. Altre terapie mirate aiutano a rafforzare il sistema immunitario per lavorare meglio contro il cancro.
Fermare la crescita delle cellule tumorali. Le cellule del corpo sane generalmente si dividono per creare nuove cellule solo quando ricevono segnali forti per farlo. Questi segnali si legano alle proteine ​​sulla superficie delle cellule, indicando alle cellule di dividersi. Questo processo aiuta nella formazione di nuove cellule solo quando il corpo ne ha bisogno. Ma alcune cellule tumorali hanno cambiamenti nelle proteine ​​sulla loro superficie che dicono loro di dividersi anche se non ci sono segnali. Alcune terapie mirate interferiscono con queste proteine ​​e quindi impediscono loro di “dire” alle cellule di dividersi. Questo processo aiuta a ridurre la crescita incontrollata del cancro.
Fermare i segnali che aiutano a formare i vasi sanguigni. I tumori devono formare nuovi vasi sanguigni per crescere ulteriormente fino a una certa dimensione. In un processo chiamato angiogenesi, questi nuovi vasi sanguigni si formano in risposta ai segnali del tumore. Alcune terapie mirate chiamate inibitori dell’angiogenesi sono progettate per interferire con questi segnali per prevenire la formazione di un afflusso di sangue. Senza questo apporto di sangue, i tumori vengono lasciati crescere. Oppure, se un tumore ha già un apporto di sangue, questi trattamenti possono causare la morte dei vasi sanguigni, causando il restringimento del tumore.
Portano sostanze distruttive alle cellule tumorali. Alcuni anticorpi monoclonali sono combinati con tossine, farmaci chemioterapici e radiazioni. Quando gli anticorpi monoclonali si legano ai bersagli sulla superficie delle cellule tumorali, assorbono le sostanze che uccidono, provocandone la morte. Le cellule che non contengono l’obiettivo del trattamento non sono danneggiate.
Causano la morte delle cellule tumorali. Le cellule sane muoiono in modo controllato quando sono danneggiate o non più necessarie. Ma le cellule tumorali hanno modi per prevenire questo processo di morte cellulare. Alcune terapie mirate possono indurre le cellule tumorali a superare il processo di morte cellulare.
Impediscono al cancro di ricevere gli ormoni di cui ha bisogno per crescere. Alcuni tumori del seno e della prostata hanno bisogno di alcuni ormoni per crescere. I trattamenti ormonali sono un tipo di terapia mirata che funziona in due modi. Alcune terapie ormonali impediscono al corpo di produrre ormoni specifici. Altri impediscono agli ormoni di agire sulle cellule, comprese le cellule tumorali.

Vedi anche terapie geniche CAR-T.

Quali sono gli svantaggi della terapia mirata?

Le terapie mirate presentano alcuni svantaggi, come:

  • Le cellule tumorali possono diventare resistenti ai farmaci. Per questo motivo, le terapie mirate possono funzionare meglio se utilizzate in combinazione con altre terapie mirate o altri trattamenti antitumorali, come la chemioterapia e le radiazioni.
  • Ci sono alcuni obiettivi per i quali è difficile creare un farmaco. La difficoltà è dovuta alla struttura del target di trattamento, al ruolo del target nella cellula o ad entrambi.

Quali sono gli effetti collaterali della terapia mirata?

La terapia mirata può anche causare effetti collaterali. Gli effetti collaterali che potresti avere dipendono dalla terapia mirata che hai ricevuto e da come il tuo corpo reagisce al trattamento.

Gli effetti collaterali più comuni della terapia mirata sono la diarrea e problemi al fegato. Altri effetti collaterali possono includere problemi di coagulazione del sangue e guarigione delle ferite, ipertensione, affaticamento , piaghe alla bocca, alterazioni delle unghie, perdita di colore dei capelli e problemi della pelle. I problemi della pelle possono includere eruzioni cutanee o pelle secca. Molto raramente, si forma una perforazione nella parete dell’esofago, dello stomaco, dell’intestino tenue, dell’intestino crasso, del retto o della cistifellea.

Esistono farmaci per combattere molti di questi effetti collaterali. Questi farmaci possono prevenire effetti collaterali o servire come trattamento quando si verificano.

La maggior parte degli effetti collaterali della terapia mirata scompaiono al termine del trattamento.

Cosa posso aspettarmi quando ricevo una terapia mirata?

Come vengono somministrate le terapie mirate

Le medicine per piccole molecole sono pillole o capsule che possono essere assunte per via orale.

Gli anticorpi monoclonali vengono generalmente somministrati per infusione endovenosa.

Dove devi andare per ottenere un trattamento

Dove riceverai il trattamento dipende da quali farmaci ti sono stati prescritti e da quale percorso ti verranno somministrati. Potresti ricevere una terapia mirata a casa. Oppure potresti dover andare in uno studio medico, in una clinica o in un ambulatorio. Le cure sono ambulatoriali quando vai in ospedale, ma non hai bisogno di passare la notte lì.

Quanto spesso riceverai il trattamento

Quanto spesso e per quanto tempo riceverai una terapia mirata dipende da quanto segue:

  • Il tuo tipo di cancro e quanto è avanzato
  • Il tipo di terapia mirata
  • Come il tuo corpo reagisce al trattamento

Potresti essere trattato ogni giorno, una volta alla settimana o una volta al mese. Alcune terapie mirate si verificano in cicli. Un ciclo è un periodo di trattamento seguito da un periodo di riposo. Il periodo di riposo offre al corpo la possibilità di recuperare e creare nuove cellule sane.

Dott. Dario Sannino

Corporate Quality Sr. Manager presso Bracco Imaging S.p.A.

Pubblicato da Dario Sannino

Con più di 23 anni di esperienza nel settore farmaceutico, in collaborazione con affermate multinazionali in campo Biotech, Cell & Gene Therapy, Medical Device e Contrast Media, Dario Sannino è un affermato esperto del settore.