Crea sito

Sconfitta schiacciante per la Bayer. Il glifosato può causare il linfoma non Hodgkin.

Nuova sconfitta per la Bayer, dopo quella di qualche giorno fa relativa ai danni causati dal farmaco anticolesterolo Lipobay. Stavolta la sentenza in appello riguarda il glifosato considerato dalla corte responsabile del linfoma non Hodgkin comparso ad un uomo americano.

La nona Corte d’Appello del Circuito degli Stati Uniti a San Francisco ha confermato la sentenza del 2019, respingendo il ricorso di Bayer. L’argomento era scottante: in primo grado la nota azienda era stata condannata per un effetto dannoso di uno dei suoi prodotti più noti, l’erbicida glifosato. Questo, secondo la sentenza, ora confermata anche in appello, ha causato il linfoma non  Hodgkin a Edwin Hardeman, residente in California.

Nel 2019 la Bayer era stata condannata a risarcire l’uomo con ben 80 milioni di dollari, una cifra che sembra molto alta ma non se la rapportiamo ai gravissimi danni causati dall’utilizzo del glifosato. In realtà poi la cifra si è ridotta a 20 milioni di dollari che, la corte d’appello, ha ora confermato.

sentenza bayer glifosato linfoma non hodwig

Una sentenza molto importante, dato che è la prima di una corte d’appello federale in un caso che collega Roundup e cancro, un precedente che ha il potenziale per plasmare il modo in cui ogni successivo processo verrà affrontato. 

Bayer, nonostante tutto, continua a sostenere che il suo Roundup e gli altri prodotti che contengono al loro interno glifosato, sono sicuri.

La società ha ricordato in ogni occasione possibile che il glifosato è stato approvato dall’Environmental Protection Agency (EPA) come sicuro per l’uomo ma in realtà sono ormai diversi anni che l’azienda si trova a dover gestire contenziosi legali con persone che le hanno fatto causa proprio per gli effetti nocivi e non dichiarati dell’erbicida.

Non solo le sentenze, anche tante ricerche scientifiche, hanno mostrato la pericolosità di questa sostanza per la salute umana, evidenziando diversi aspetti della questione.

La Bayer, nel frattempo, qualche mese fa ha stanziato ben 2 miliardi di dollari per future richieste di risarcimento per cancro.

Pubblicato da Dario Sannino

Con più di 24 anni di esperienza nel settore farmaceutico, in collaborazione con affermate multinazionali in campo Biotech, Cell & Gene Therapy, Medical Device e Contrast Media, Dario Sannino è un affermato esperto del settore.